Sportello telematico del diportista «STED»

03 Aprile 2019
Avv. Marco Vianello  
Dal 14 marzo 2019 in vigore il "Regolamento recante norme per l'attuazione del sistema telematico centrale della nautica da diporto" (DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 dicembre 2018, n. 152).

Finalmente è data attuazione al codice della nautica, recentemente modificato, consentendo, tra l'altro, di accedere attraverso lo sportello telematico del diportista a una serie di dati da qualunque luogo in Italia.

Come è noto, infatti, finora i registri di iscrizione delle unità erano tenuti dal singolo Circondario Marittimo di iscrizione e ogni pratica.
Un elenco tratto dal recente regolamento relativamente a quanto potranno fare i soggetti abilitati. Gli stessi, infatti, potranno provvedere:
a) alle attivita' istruttorie finalizzate all'iscrizione, anche provvisoria, e alla cancellazione nella «Sezione dati SISTE» dell'ATCN;
b) alle attivita' istruttorie finalizzate all'annotazione dell'utilizzazione a fini commerciali di cui all'articolo 24, comma 1, del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 29 luglio 2008, n. 146;
c) al rilascio degli atti relativi alla proprieta' e degli altri atti e domande per i quali occorre l'iscrizione e la trascrizione;
d) all'annotazione della perdita e del rientro in possesso di cui all'articolo 15, comma 4, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171;
e) alle attivita' istruttorie finalizzate all'utilizzazione a titolo di locazione finanziaria con facolta' di acquisto;
f) alle attivita' istruttorie relative al rilascio del nulla osta alla dismissione di bandiera o alla demolizione;
g) al rilascio della licenza di navigazione, all'aggiornamento della stessa mediante emissione di appositi tagliandi, nonche' al rilascio del duplicato della licenza in caso di sottrazione, smarrimento, distruzione o deterioramento dell'originale;
h) al rilascio della licenza di navigazione provvisoria di cui all'articolo 20, comma 2, del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171;
i) alle attivita' istruttorie relative alla dichiarazione di armatore;
l) alle attivita' istruttorie tese al rilascio della licenza di esercizio dell'apparato radiotelefonico, anche provvisoria;
m) al rilascio del certificato di sicurezza e del certificato di idoneita' al noleggio di cui all'articolo 26 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171;
n) al rilascio dell'autorizzazione alla navigazione temporanea di cui all'articolo 32 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171.

Alcuni punti di accesso (STED) specificamente abilitati faranno parte della sperimentazione partita il 1° aprile 2019 e fino al 31 agosto 2019.
Soprattutto in questo periodo gli Organismi di controllo vigilanza saranno particolarmente attenti nell'attività di vigilanza, anche al fine dell'emissione di eventuali provvedimenti di sospensione o revoca delle abilitazioni a operare.

L'attività di consulenza, anche legale, relativamente alle unità da diporto acquisisce, quindi, uno strumento prezioso in più - del quale francamente si sentiva davvero la mancanza - per rendere servizi, in uno con strutture abilitate di alto livello sia quali STED sia quali tecnici periti, sempre più di alto livello per garantire per esempio all'acquirente una sorta di "due diligence" a tutto tondo.

Felici, quindi, di poter rendere ulteriori informazioni, anche più personalizzate in uno con i partner fiscali e tecnici.

Da Marco Vianello
Avvocato in Venezia e Treviso
marcovianello@ticosoci.it
www.ticosoci.it